Marketing

Come testare un video

Academy
Marketing
News
Case History
This is some text inside of a div block.

Prima di pubblicare un video è fondamentale capire quale delle versioni che hai fatto rende di più.

Chi lavora nel mondo video lo sa. Da un girato possono uscire tanti montaggi.

Ma come si fa a capire quale è il miglior montaggio? O meglio, quello che piacerà di più agli utenti?

Vi portiamo un esempio che in Combocut è all’ordine del giorno: dopo aver girato un video di Educazione Cinica in agenzia si apre spesso un dibattito.

A qualcuno una battuta non piace, quindi la leviamo, ma a qualcun altro fa molto ridere, quindi la rimettiamo. Per qualcuno all’inizio serve un cartello, qualcun altro preferisce che si entri subito nell’azione.

Alla fine, in montaggio, ci ritroviamo mediamente con 3 versioni dello stesso video. Il senso è sempre quello, ma hanno qualche variazione. Prendiamo la puntata di San Valentino.

La “lunga” dura 2’23’’ e contiene tutte le battute che abbiamo scritto e di conseguenza girato. Nella versione “breve”, 2’05’,’ abbiamo tolto un paio di passaggi sacrificabili ed è la più breve. Inoltre il cartello iniziale dura molto meno. La “media” è un compromesso tra le due.

Perchè non far decidere direttamente gli utenti di Facebook con dei test?

L’idea è quella di fare una sorta di A/B test su Facebook mostrando attraverso un’adv le tre versioni a dei piccoli segmenti di pubblico. Senza esporsi, è possibile arrivare a capire quale è il montaggio che funziona di più e, quindi, pubblicarlo sulla pagina e recuperare il massimo delle visualizzazioni possibile e, soprattutto, il maggior coinvolgimento.

Quali sono le regole d’oro per effettuare un test che, se pur parziale, possa essere onesto?

Il pubblico impostato per l’adv non deve già seguire la tua pagina. Deve essere imparziale, non deve aver già interagito con i tuoi contenuti.

Questo perché quello di cui abbiamo bisogno non è il riscontro da parte di un pubblico che già abbiamo conquistato, bensì del possibile pubblico che potremmo invece portare a casa. Tuttavia il pubblico deve essere simile a quello che segue la pagina.

Volete sapere quale versione ha reso di più?

C’erano tre versioni differenti con piccole caratteristiche diverse:

  • lunghezza totale del video
  • lunghezza cartelli
  • scelta delle battute nella prima parte del video.

In molti potrebbero pensare che a funzionare di più sia stato il video breve: e invece no. Probabilmente nella versione sintetica abbiamo tolto proprio quelle battute che facevano la differenza per non staccarsi dallo schermo.

Ecco i risultati per obiettivi generici:

  • Mi piace sulla pagina:
    Vince il video lungo e il video breve, con il doppio di like generati rispetto alla versione “media”
  • Condivisioni:
    La versione breve e media ottengono lo stesso risultato, la versione più lunga li stacca con quasi il doppio di condivisioni generate.
  • Percentuale di visualizzazione:
    Con 7,95% il video più visto fino alla fine è quello più lungo.

La verità è che la regola madre è sempre quella di giocarsi bene i primi secondi, di badare, certo, alla lunghezza, ma soprattutto ad un contenutoche, oltre ad essere di qualità, deve anche essere in grado di creare un pubblico personale e ben profilato.

Il metodo non è scientifico ma può essere utile per andare oltre alle sensazioni.


Continua a leggere
VAI ALL'ACADEMY

Facebook, algoritmi e performance video

Alcune novità che potranno migliorare le performance dei tuoi video

Buyer's Journey: da utente a cliente con un video

Come il video, se inserito nel modo e nel posto giusto, può aiutarti a trovare nuovi clienti

Un esercizio per capire il tuo pubblico

Aspettative - Ostacoli - Soluzioni è l'esercizio che vi proponiamo per conoscere più a fondo il vostro pubblico.

Continua a leggere
VAI ALL'ACADEMY

Che cos'è una Video Strategy?

Una video strategy è un piano che ti permette di scegliere: il format, la frequenza, il genere, il numero dei video.

Quanto costa un video?

Quali sono i fattori e i parametri con cui costruiamo un preventivo.

Come costruire un video testimonial

Intervistare con un video i tuoi clienti può aiutare la tua azienda

Continua a leggere
VAI ALL'ACADEMY

Storytelling: come si impara a scrivere storie?

Siamo stati alla scuola Holden per scoprire come nascono i "narratori" del futuro

Moleskine

La campagna Moleskine

Lo Stop Motion alla scoperta di un nuovo mondo

Che cos'è un video explainer?

Noto anche come motion graphics, è un video da circa un minuto, in animazione, efficace per dire chi sei e cosa fai.

Privacy Policy Cookie Policy